To Be Verona 2017: la città scaligera si conferma una smart land

Tracciare un percorso ben definito verso il futuro, determinando una nuova fase armonica in cui Verona si affacci sul mondo, diventando una smart land. Questo è il motivo d’essere del To Be Verona, tenutosi nelle giornate di venerdì 20 e sabato 21 ottobre.

To Be Verona ha l’obiettivo di cogliere il percepito della città scaligera nel mondo ma anche di comunicare una nuova identità, ricca di spunti, valorizzando le sue caratteristiche territoriali e garantendo lo sviluppo e la crescita sostenibile di idee ed iniziative a lungo termine.

Verona è la prima città veneta nella graduatoria dell’indice di benessere ma anche il primo polo universitario nella classifica nazionale e il primo ente fieristico italiano per organizzazione diretta.

L’obiettivo del Forum giunto alla sua III° edizione, è stato di far emergere i talenti, i nuovi lavori dell’economia moderna e valorizzare il capitale umano per organizzare lo sviluppo futuro di Verona, in termini di business ed innovazione.

To Be Verona 2017 si è articolato in quattro eventi:

  • Workshop “Tatto – To Be Present, To Be Future, To Be Verona”
    Tecnologia aptica: l’interazione uomo-macchina per emulare il senso del tatto costruendo così una nuova identità della Città di Verona, presso il co-working 311.
  • Tavola Rotonda
    Momento di incontro e confronto fra giovani e startup innovative del territorio veronese, presso Progetto di Vita – Cattolica per i Giovani

Nella giornata di sabato:

  • Esperienza Verona: una regia innovativa per una nuova identità sensoriale della città, presso Sala Convegni, Palazzo della Gran Guardia
  • Eventi, presso il Loggiato del Palazzo della Gran Guardia e Centro Storico, che hanno visto protagonisti: Conservatorio di Verona, Museo AMO, Mostra di Fernando Botero, Torre dei Lamberti, Diocesi di Verona, Verona Fab Lab e molti altri.

SocialMeter Analysis, per il secondo anno consecutivo, ha presidiato l’evento, accompagnando e monitorando l’attività su Twitter, attraverso l’hashtag ufficiale #tobeverona.

Nell’arco delle due giornate sono stati raccolti un totale di 281 tweet pubblicati da 40 utenti, nel dettaglio: 21 tweet a opera di 14 utenti nella giornata di venerdì 20 ottobre e 260 tweet pubblicati da 40 utenti, sabato 21 ottobre.

Proseguendo con l’analisi quantitativa, risulta che sabato 21 si è registrato un picco di conversato tra le 10.30 e le 11, raggiungendo un totale di 130 tweet. Inoltre, attraverso l’analisi degli hashtag più utilizzati troviamo, in aggiunta a quello ufficiale, anche #smeter e #smartland; concetto di cui il To Be Verona si fa portatore, prefiggendosi di guardare la città come luogo, in cui la qualità della vita sia in giusto rapporto con l’ambiente circostante.

Particolarmente attivi su Twitter sono: @Valeria_Genova e @photostreamlive, preceduti dall’account ufficiale @tobverona.

Durante le due giornate l’interazione sui social è stata alimentata anche dalla presenza di Photostream, tool di monitoraggio del conversato social, fornito da SocialMeter Analysis.

Il risultato si traduce in 581 foto, 531 su Instagram e 50 su Twitter, pubblicate da un totale di 103 utenti, dei quali 91 su Instagram e 12 su Twitter.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta sempre aggiornato sui report e gli osservatori che pubblichiamo.