SocialMeter Analysis presente per il secondo anno consecutivo con le sue soluzioni innovative di analisi e monitoraggio sui temi caldi del marketing

Giovedì 19 luglio si è tenuta la quarta edizione di Beach&Love, parte della famiglia di eventi &Love fondata da Salvatore Russo: una giornata di formazione con contenuti di alta qualità all’insegna del digital e local marketing ma anche del networking, per mantenere in moto continuo la ruota evolutiva e di condivisione del marketing sul territorio. Ad ospitare l’evento è stato lo Shada Beach Club Food di Civitanova Marche, cittadina che è stata scherzosamente ribattezzata Civitanova Marketing in occasione dell’evento.

In qualità di partner, SocialMeter Analysis ha seguito l’occasione dal pre-evento, al dispiegarsi della giornata, al post-evento — tutto naturalmente in real time. Riscontro concreto ed immediato dell’attività di condivisione da parte degli utenti è stato il Photostream tramite il quale i partecipanti hanno potuto vedere in ogni momento il mosaico delle foto condivise sull’evento, in particolare con gli hashtag #beachandlove e #smeter.

Nel corso della giornata si sono susseguiti gli speech di figure professionali autorevoli nel panorama del marketing italiano: ad esplorare ed approfondire i tre temi focus della giornata (comunicare, coinvolgere e convertire, esperienza utente e visual storytelling) sono stati il padrone di casa, Salvatore Russo, seguito da Giulia Bezzi, Antonio Meraglia, Matteo Flora, Francesca Romagnoli, Sandro Giorgetti e Silvia Badriotto, Luigi De Seneen, Sara Bolzani, Ezio Totorizzo, Elisa Piemontesi e Lorenzo Lucca. A conclusione del tutto un workshop sul visual storytelling per cimentarsi concretamente in un esercizio conclusivo che ha visto la coronazione di Mr e Miss Beach&Love.

Al di là dei preziosi contenuti legati agli speech, per riassumere la giornata ci lasciamo aiutare dal fondatore stesso, Salvatore Russo: “In questa edizione, abbiamo abbandonato completamente la comfort zone. Location nuova, regione nuova, città nuova, partner nuovi, sponsor nuovi, relatori nuovi e anche pubblico nuovo: molto local, tanto social e poco digital. Il risultato è stato incredibile, a conferma che il format vince su qualsiasi campo e con qualsiasi pubblico!Come dice Philip Kotler “in un mondo sempre più dominato dalla tecnologia, il tocco umano sta diventando il nuovo strumento di differenziazione”. Le attività da svolgere per una buona strategia di local marketing sono molteplici, l’obiettivo è il sorriso. Le strutture turistiche non vendono spaghetti con vongole e bottarga, pizze, camere d’albergo, panini con la mortazza, ombrelloni e sedie sdraio, ma esperienze significative.”